UN NUOVO CONTESTO DI APPRENDIMENTO

Inizialmente “I linguaggi della contemporaneità” è stato pensato e sviluppato per aggiornare l’insegnamento della storia contemporanea includendo nuovi tipi di narrazioni mediatiche nella prassi didattica. Oggi l’iniziativa cerca di rispondere a una domanda ben più ampia posta dal corpo docenti. Il nostro contesto socio-culturale ha infatti subito un vero e proprio capovolgimento di paradigma per quanto riguarda il controllo del messaggio didattico. Il modello trasmissivo docente-studente è stato stravolto perché ogni giovane può accedere a inventari online con un’infinità di informazioni, testi, opere d’arte, interpretazioni attraverso il semplice uso di device digitali sempre più potenti e diffusi perché sempre meno costosi. 

“I linguaggi della contemporaneità” diventa quindi un percorso di sperimentazione della didattica per rinnovare il ruolo degli insegnanti: non più distributori monopolistici di nozioni e conoscenza, ma guide capaci di trasferire una “cassetta degli attrezzi” analitica ai propri studenti e studentesse così che possano affrontare, esplorare e gestire l’infinità di informazioni digitali in modo critico e consapevole.

L’iniziativa risulta avere un impatto positivo in vari ambiti disciplinari e oltre il percorso educativo secondario, perché sviluppa competenze utili anche in ambito professionale e civico. 

Per informazioni

Chiara Ciociola
chiara.ciociola [at] fondazionescuola.it