1. Home
  2. /
  3. Attività di ricerca
  4. /
  5. Educazione Civica e mobilità studentesca internazionale

La ricerca Educazione Civica e mobilità studentesca internazionale, realizzata da Fondazione Intercultura e Scuola Democratica in collaborazione con ANP (associazione nazionale dirigenti pubblici e alte professionalità della scuola) e la Fondazione per la Scuola, ha come oggetto i benefici di ordine non solo individuale, ma anche e soprattutto collettivo, che possono derivare da esperienze di mobilità internazionale quali quelle promosse e organizzate da Intercultura.

RICERCA

La ricerca focalizza la sua attenzione su tre idee guida – cittadinanza, interculturalità e democrazia – e indaga le ragioni per le quali le esperienze di mobilità studentesca internazionale possono concorrere alla formazione della civicness, assumere cioè una valenza di educazione civica attraverso processi di apprendimento di natura non formale. La peculiarità delle esperienze di mobilità studentesca risiede, infatti, nel loro potenziale che comprende, ma va anche oltre la formazione alla cittadinanza nazionale, in quanto offrono delle opportunità di formazione concernenti una nuova e più estesa nozione di cittadinanza che viene di consueto definita “globale” nel senso di “multi-livello”.

La ricerca prevede tre macro-azioni, ognuna con obiettivi specifici:

  • Azione 1: Ricerca di sfondo. Questa azione ha come fine la produzione di un framework study per fornire una rassegna critica del background scientifico e politico-istituzionale concernente i valori della competenza interculturale.
  • Azione 2: Ricerca-azione. Questa azione si propone di valorizzare la mobilità internazionale come strumento di educazione alle relazioni interculturali e di integrarla nel quadro delle attività scolastiche di educazione civica, nell’ottica dell’approfondimento della sua dimensione internazionale. Si cercherà di comprendere attraverso la realizzazione di un progetto-pilota quali siano o possano essere gli approcci didattici e le condizioni organizzative che consentano alle scuole di sviluppare percorsi di educazione civica che valorizzino gli aspetti legati all’internazionalizzazione, alla costruzione di una cittadinanza globale e allo sviluppo di una competenza interculturale. La ricerca-azione si svolgerà in due fasi: Fase 1. Preparazione del progetto pilota. La metodologia della ricerca prevede principalmente analisi documentale, analisi esperienze, interviste e focus group. Fase 2. Attuazione del progetto pilota che prevede il coinvolgimento di studenti di Intercultura e delle loro scuole. Questa fase comprende anche attività di formazione docenti, accompagnamento e monitoraggio.
  • Azione 3: Survey. Questa azione ha due scopi principali. Il primo è quello di sondare i valori degli studenti che hanno effettuato programmi di studio all’estero con Intercultura, con riguardo alle relazioni interculturali e alle altre tematiche di educazione civica, anche in confronto con i loro compagni di classe che non hanno svolto esperienze internazionali; raccogliere descrizioni e opinioni sul funzionamento delle scuole straniere, la cui conoscenza da parte dei loro insegnanti e compagni di scuola italiani potrebbe tornare utile in particolare ai fini della valorizzazione delle relazioni interculturali come strumento di educazione civica e alla cittadinanza. Il secondo obiettivo riguarda la predisposizione e la resa pubblica di un modello di ricerca replicabile nel tempo e nello spazio anche da parte di altri soggetti interessati. La survey si svolgerà in due fasi: Fase 1. Progettazione della survey. La metodologia della ricerca prevede principalmente analisi documentale e pre-test del questionario. Fase 2: Indagine mediante la somministrazione della survey. La metodologia della ricerca prevede uno studio statistico sul campo con un campione di studenti che hanno partecipato a un programma di studio lungo (superiore ai 6 mesi) con Intercultura e un gruppo di controllo.
Menu