Edizione 2018 - 2019

Con la prima edizione del progetto si è cercato di fornire a docenti e studenti un ritratto a tutto tondo dello scrittore, dell’uomo di scienza e del testimone attraverso uno studio dell’opera finalizzato all’approfondimento di tre segmenti temporali: il periodo della formazione (dall’infanzia negli anni Venti fino alle prime esperienze lavorative come chimico nel 1941-43); l’arresto e la deportazione (1943-1945); il viaggio di ritorno narrato ne La tregua, svoltosi tra la fine di gennaio e l’ottobre del 1945 e conclusosi con il ritorno a Torino.

La linea del tempo così tracciata spaziava dagli anni Venti fino al 1963, anno di pubblicazione de La tregua, includendo al proprio interno anche i diciotto anni intercorsi fra il rientro in Italia e l’uscita del libro per i tipi dell’editore Einaudi. Dagli scritti di Primo Levi affiora sempre una dimensione etica che chiama in causa il lettore invitandolo a prendere parte ai ragionamenti proposti.

Si è deciso quindi di puntare dal valore per così dire “maieutico” dell’opera di Levi per provare a ridurre per quanto possibile la distanza fra quest’ultima e il pubblico scolastico. Gli studenti sono stati invitati a lavorare sulle parole dello scrittore alla scoperta dei nessi che collegano quelle parole alla loro vita e al loro presente di adolescenti.

SCOPRI I PROGETTI REALIZZATI DAI RAGAZZI QUI!