Fasi del progetto

Il progetto avrà la durata di un anno scolastico (2019/20) e sarà rivolto alle classi terze delle scuole secondarie di primo grado del Piemonte, della Liguria, della Lombardia e della Valle d'Aosta per un numero massimo di 12 classi. Si articolerà in due percorsi formativi: uno per i docenti e uno per gli studenti.
La formazione dei docenti, che saranno almeno due per ogni classe partecipante, preferibilmente di materie letterarie, tecnologia o arte, prevede un inquadramento di tipo storico-metodologico sui contenuti dell’opera leviana e un percorso sull’uso di risorse e strumenti digitali per attività laboratoriali con gli studenti.

Il progetto si articola in tre filoni:

  • Fantascienza: I sintetici; La grande mutazione; Psicofante; Protezione.
  • Letteratura e storia: Zinco; Ferro; Cerio; Oro.
  • Letteratura e chimica: Idrogeno; Nichel; Cromo; Uranio.

Ogni filone presenta 4 testi con possibilità di collegamento con altri brani di Primo Levi (ad es.: Uranio collegamento con qualche passo de La chiave a stella).
I docenti dovranno scegliere un solo filone e leggere con i loro allievi i 4 testi appartenenti al medesimo che dovrà essere poi oggetto dei successivi lavori digitali.
Le lezioni saranno quattro, con la seguente articolazione oraria: 9,30-13,00 e 14,00-17,00.
Esse saranno strutturate in questo modo:

  • Ore 9,30-11,15: presentazione dell’argomento (Primo Levi autore di racconti di fantascienza, Primo Levi autore de Il sistema periodico, presentazione dei brani);
  • Ore 11,30-12,15: attività laboratoriale (l’insegnante deve strutturare una lezione su uno dei brani presentati, quindi o preparare uno schema power-point o elaborare esercizi di comprensione o di tipo lessicale o preparare delle proposte di rielaborazione del brano);
  • Ore 12,15-13,00: restituzione di quanto realizzato;
  • Ore 13,00-14,00: pausa pranzo;
  • Ore 14,00-17,00: laboratorio con strumenti digitali.

Calendario delle lezioni: 16 e 30 novembre 2019, 7 dicembre 2019, 11 gennaio 2020 + giornata conclusiva fissata per il 12 maggio 2020.  

Per gli studenti è previsto un percorso formativo in modalità frontale e laboratoriale che sarà condotto, durante le ore curricolari, dai docenti coinvolti nel progetto. Gli esperti di tecnologie visiteranno le classi per lavorare con gli studenti sui prodotti digitali, aiutandoli a trovare gli strumenti e i linguaggi adatti ad esprimere le loro riflessioni sull’opera. I materiali forniti dal Centro Internazionale di Studi Primo Levi saranno visionabili e scaricabili da un archivio su una classe privata attraverso la piattaforma WeSchool. Pertanto le classi partecipanti avranno accesso ad un ambiente di apprendimento virtuale che consentirà sia una rapida e semplice distribuzione di materiali di ogni genere di formato, sia la collaborazione a distanza tra ragazzi in un’ottica di cooperative learning. Ai gruppi di lavoro verrà richiesto di collaborare tra loro utilizzando device digitali al fine di sviluppare degli output originali ed emblematici dell’opera di Primo Levi. Lo scambio tra gruppi di lavoro riguarderà il reperimento, la selezione, l’organizzazione di materiali e conoscenze: agli studenti sarà richiesto di aggiungere anche qualcosa di personale, come una considerazione propria o un’esperienza. La riflessione sulla duplice prospettiva offerta dai testi - testimonianze storiche e opere letterarie - rappresenterà il punto di partenza per la creazione e l'elaborazione di prodotti/elaborati che necessariamente dovranno essere digitali e avere una valenza oltre che storiografica anche creativa.
Per la realizzazione del sito dove verranno raccolti e esibiti i prodotti digitali si prevede il coinvolgimento di una o più classi di un liceo artistico torinese (ad esempio Albe Steiner), che in aggiunta all’ideazione, allo sviluppo, al rendering del sito, svolgeranno anche attività di Peer tutoring attraverso la piattaforma Edmodo agli studenti. A fine anno scolastico è previsto un momento di restituzione e di presentazione dei lavori delle classi.