Due anni di progetto

Si parla tanto di futuro, ma come ci si arriva al futuro? 

Di fronte ai grandi e rapidi cambiamenti cui ci sottopone il mondo di oggi l’innovazione è determinante, ma l’innovazione non è solo tecnologica, è anche umanistica e sociale. Le tendenze globali con cui l’uomo deve fare i conti sono in primis il cambiamento climatico e la crescita demografica ma anche le grandi migrazioni, l’urbanizzazione, l’invecchiamento delle popolazioni che rimodellano la geografia economica, sociale e culturale del pianeta. 

Sicuramente per Piero Angela, ideatore del progetto, bisogna arrivarci preparati, come suggerivano già gli antichi romani “estote parati”.

Per Francesco Profumo, Presidente della Compagnia di San Paolo, che ha deciso nel 2017 di accogliere la proposta di Piero Angela, «la mancanza di certezze per il futuro dei nostri ragazzi rende fondamentale uno sforzo da parte delle scuole ad insegnare agli studenti ad imparare. Questa è una sfida che non possiamo perdere.» Tutto è nato da qui, dall’incontro tra due menti lungimiranti.

Il progetto ha voluto offrire agli studenti strumenti e idee per leggere il presente e permettere loro di creare il futuro: i volti dei personaggi illustri che hanno accettato la sfida sono la prova che questo è un tema che tocca molti. 

Si conclude in questo modo un ciclo visionario ed entusiasmante con studenti meritevoli della scuola secondaria di secondo grado e del Politecnico di Torino. 

Buona visione.