Il nostro liceo: cambiare per non morire?

Torino, 14 novembre 2014 
Teatro Carignano - Piazza Carignano, 6

La Fondazione per la Scuola e il MIUR in collaborazione con il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Torino, l’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte e l’Editrice Il Mulino, hanno messo in atto il 14 novembre presso il Teatro Carignano di Torino un’azione teatrale in forma di Processo che è stata occasione di confronto tra i più riconosciuti intellettuali italiani in un vivace dibattito di accusa e difesa. 
Sul banco degli imputati il Liceo in cui si continuano a studiare la cultura e le lingue classiche: si possono ritenere queste discipline ancora valide o devono lasciare il passo a nuovi modelli formativi? Pro e contro non sono stati scontati.
Umberto Eco è stato l’avvocato della difesa. Andrea Ichino il principale accusatore. 
Numerosi i testimoni d’eccellenza che si sono avvincendati sul palco a sostenere l’una e l’altra tesi. Le prove acquisite sono state presentate alla Corte composta da personalità illustri. 
Fondamentali per il verdetto finale le dichiarazioni dei docenti e degli studenti presenti in sala di prestigiosi licei piemontesi.

Documenti correlati

Programma